Vietti:”incentivare soluzioni alternative delle controversie: penso nel civile alla mediazione, alla conciliazione, all’arbitrato. Penso che tre gradi di giudizio per ogni controversia a prescindere dalla sua rilevanza siano un lusso che non possiamo più permetterci”.

 

“Vietti auspica anche che non ci siano “rinvii della riforma della geografia giudiziaria” perché “ci vogliono sedi più razionali ed efficienti”. Anche perché, fa notare, “un rinvio non sarebbe “a costo zero” perché quasi tutte le sedi soppresse non sarebbero in grado di riprendere a lavorare come se nulla fosse successo”. Quanto alle riforme necessarie alla giustizia, si parla di intercettazioni o ineleggiblità ma, spiega Vietti, quelle più utili sarebbero altre, come quella di “incentivare soluzioni alternative delle controversie: penso nel civile alla mediazione, alla conciliazione, all’arbitrato. Penso che tre gradi di giudizio per ogni controversia a prescindere dalla sua rilevanza siano un lusso che non possiamo più permetterci”. Mentre le priorità restano “la deflazione del carico ormai insostenibile di contenzioso che riguarda i tribunali civili…” Fonte Guida al Diritto Il Sole24Ore

Condividi
css.php