Verranno impugnate le novità introdotte dal Dm 139/2014 ed in particolare l’introduzione dell’art. 14-bis nel Dm 180/2010 che disciplina “incompatibilità e conflitti di interesse” del mediatore

 Fonte: da Guida al Diritto de IlSole24Ore di Marco Marinaro

“Nell’assemblea svoltasi il 23 e 24 ottobre 2014, il Coordinamento della Conciliazione forense (associazione che raccoglie 48 organismi di mediazione facenti capo agli ordini forensi) ha affrontato il tema delle novità introdotte dal Dm 139/2014 ed in particolare l’introduzione dell’art. 14-bis nel Dm 180/2010 che disciplina “incompatibilità e conflitti di interesse” del mediatore. 

Più precisamente, in ordine alle nuove incompatibilità per l’avvocato assistente della parte che sia semplicemente iscritto come mediatore (o addirittura collega di un mediatore) presso lo stesso organismo, il Coordinamento ha espresso la sua ferma contrarietà, deliberando di promuovere l’impugnazione del decreto, ma allo stesso tempo di chiedere un immediato confronto con il Ministero della giustizia per valutare i giusti correttivi (anche interpretativi) a delle previsioni “ingiuste e non necessarie”….(omissis)” Leggi intero articolo

Condividi
css.php