Tariffe

Tariffe per le mediazioni obbligatorie *

in vigore dal 20 settembre 2013

VALORE DELLA LITE SPESA PER CIASCUNA PARTE
Fino a Euro 1.000 € 40
da Euro 1.001 a Euro 5.000 € 85
da Euro 5.001 a Euro 10.000 € 160
da Euro 10.001 a Euro 25.000 € 240
da Euro 25.001 a Euro 50.000 € 400
da Euro 50.001 a Euro 250.000 € 650
da Euro 250.001 a Euro 500.000 € 1.000
da Euro 500.001 a Euro 2.500.000 € 1.900
da Euro 2.500.001 a Eur 5.000.000 € 2.600
Oltre Euro 5.000.001 € 4.600

* La presente tabella si applica alle mediazioni relative alle materia per le quali il tentativo di conciliazione è condizione di procedibilità, ai sensi dell’art. 5, comma 1-bis, del D.lgs 28/2010:

  • diritti reali
  • divisione
  • successioni ereditarie
  • patti di famiglia
  • locazione, comodato, affitto di aziende
  • risarcimento del danno da responsabilità medica e sanitaria
  • risarcimento del danno da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità
  • contratti assicurativi, bancari e finanziari
  • condominio

Tariffe per le mediazioni facoltative

in vigore dal 20 settembre 2013

VALORE DELLA LITE SPESA PER CIASCUNA PARTE
Fino a Euro 1.000 € 65
da Euro 1.001 a Euro 5.000 € 130
da Euro 5.001 a Euro 10.000 € 240
da Euro 10.001 a Euro 25.000 € 360
da Euro 25.001 a Euro 50.000 € 600
da Euro 50.001 a Euro 250.000 € 1.000
da Euro 250.001 a Euro 500.000 € 2.000
da Euro 500.001 a Euro 2.500.000 € 3.800
da Euro 2.500.001 a Eur 5.000.000 € 5.200
Oltre Euro 5.000.001 € 9.200

Tariffe conformi alla tabella ministeriale, prevista dall’art. 16, comma 3, del D.M. 180/2010.

Tutti gli importi sono indicati al netto delle spese di avvio pari ad € 48,80 (iva inclusa) per parte, ovvero ad € 97,60 euro (i.v.a. inclusa) per parte per le liti di valore superiore a euro 250.000,00

L’ importo previsto per le spese di mediazione (vedi mediazioni facoltative) deve essere aumentato per legge  in misura non superiore ad un quarto in caso di successo della mediazione 

  • gli importi dovuti per il singolo scaglione non si sommano in nessun caso tra loro;
  • il valore della lite è indicato nella domanda di mediazione a norma del c. p. c.;
  • qualora il valore risulti indeterminato o indeterminabile, o vi sia una notevole divergenza tra le parti sulla stima, l’Organismo decide il valore di riferimento, sino al limite di € 250.000, e lo comunica alle parti. In ogni caso, se all’esito del procedimento di mediazione il valore risulta diverso, l’importo delle indennità è dovuto secondo il corrispondente scaglione di riferimento.

Condividi
css.php