Come si svolge

Concormedia gestisce le mediazioni sia in forma tradizionale che on line ed in entrambi i casi il procedimento è informale e viene gestito e diretto dal mediatore nella maniera più opportuna per giungere ad una conciliazione.

Le Fasi della Mediazione

Si possono individuare tre fasi che compongono il modello operativo del nostro Organismo di Mediazione:

Fase 1 - Preparazione

Ricevuta la domanda di mediazione Concormedia fissa l’incontro di programmazione e convoca immediatamente tutte le parti.

La domanda viene esaminata dal Responsabile Tecnico che verifica la regolarità formale e sostanziale della stessa – anche con riferimento all’indennità dovuta – e nomina il mediatore con maggiori competenza nella materia oggetto di mediazione.

Il fascicolo viene quindi trasmesso al mediatore che ha il compito di analizzare e studiare tutti gli elementi che compongono la controversia, i suoi protagonisti, verificare la partecipazione attiva di tutte le parti in gioco, incluse quelle con potere decisionale e di controllare le procure, i documenti e gli atti depositati dalle parti.

Fase 2 - Svolgimento

  • Primo incontro di programmazione

Nel primo incontro di programmazione il Mediatore illustra alle parti e ai loro avvocati lo scopo e la natura della mediazione e verifica con loro le possibilità di proseguire il tentativo di mediazione (art. 8, comma 1). Solo lo svolgimento di questo incontro preliminare è condizione di procedibilità (per le materie indicate). La vera e propria procedura di mediazione si svolge invece solo a seguito del consenso delle parti le quali, se non interessate alla mediazione, sono libere di decidere di non proseguire nella procedura e in questo caso il procedimento si conclude con un mancato accordo.

  • Incontri di mediazione

Se le parti decidono di proseguire nella procedura, come accennato,  si procede alla vera e propria mediazione in cui non esistono formalismi o procedure prestabilite, difatti, ogni mediatore ha uno stile e delle tecniche differenti che utilizza per giungere alla conciliazione, che possono di volta in volta variare a seconda della natura della lite e dei soggetti coinvolti. Normalmente, comunque, alla fase introduttiva (primo incontro di programmazione) segue una fase che può essere definita “esplorativa/negoziale” – che rappresenta il cuore della mediazione – articolata in sezioni congiunte ed incontri riservati (c.d. caucus).

  • Sessione congiunta

La sessione congiunta inizia con le dichiarazioni di apertura dei soggetti in lite, i quali espongono i rispettivi punti di vista ed in tale fase è necessario individuare e concordare assieme i problemi da affrontare. È opportuno quindi che il mediatore chieda spesso dei chiarimenti e favorisca una discussione tra le parti, creando un clima favorevole di scambio d’informazioni.

  • Sessioni private

Di norma, il mediatore facilita il negoziato separando le parti in stanze diverse e portando avanti colloqui riservati, eventualmente interrotti da altre sessioni congiunte.

E’ il momento forse più importante dell’intero procedimento in cui si crea un rapporto di fiducia e di apertura tra la parte ed mediatore, il quale dovrà andare oltre a quelle che sono le posizioni e richieste inizialmente rappresentate dalle parti e cercare di far emergere i loro effettivi interessi e bisogni.

Può avvenire che all’incontro di mediazione partecipino più soggetti; alle parti presenti personalmente o tramite un loro rappresentate si affiancano spesso i rispettivi legali e consulenti, o anche solo parenti e persone di fiducia. Ebbene, nel tentativo di gestire al meglio la comunicazione, l’emotività e le relazioni, il mediatore può decidere di sentire in sessioni private anche solo alcuni dei soggetti presenti all’incontro: l’avvocato senza il proprio assistito e viceversa, o solo alcune categorie come quella dei consulenti e tecnici di parte.

Fase 3 - Conclusione

La mediazione si conclude sempre con il rilascio di un verbale che, a seconda dei casi, attesterà il successo o il fallimento della procedura. Vedi possibili conclusioni della mediazione.

Ricordiamo che i mediatori di Concormedia non possono formulare “la proposta di conciliazione” di propria iniziativa, ma solamente su richiesta di tutte le parti.

Conclusa la procedura viene redatto il verbale di mediazione e viene consegnata a ciascuna delle parti una scheda di valutazione del servizio. Vedi scheda.

Condividi
css.php